Mangiare Miele in Estate

mangiare miele in estate

Tutti, o almeno moltissimi, sono convinti che l’uso del miele sia da effettuarsi esclusivamente nel periodo invernale.

Niente di più falso!

Dovete sapere che mangiare miele in estate aiuta tantissimo.

Vediamo insieme perché.

Nel periodo estivo siamo portati a muoverci di più, pratichiamo sport e tendiamo quindi a consumare velocemente le nostre riserve di energia, con possibili rischi di disidratazione e stanchezza.

Tra i rimedi consigliati, oltre a bere tanta acqua, c’è anche il miele fonte inestimabile di vitamine e sali minerali.

Ma non solo!

Il miele contiene anche carboidrati che provengono da zuccheri semplici, utili quando siamo sotto stress o abbiamo un calo della glicemia.
Inoltre, come sempre, il miele è un ottimo compagno delle nostre ricette in cucina ma anche tisane o tè rinfrescanti.

Quale miele scegliere da mangiare in estate?

Potete davvero sbizzarrirti: Acacia, Castagno, Millefiori, Tiglio e anche la particolarissima Melata (amata tanto dagli sportivi, per le sue qualità super energetiche) e, se siete fortunati, potrete già godere del miele di stagione, appena smielato!

Mangiare miele in estate? Noi diciamo assolutamentee tu? 😉

Consegna a domicilio: il miele a casa tua!

consegna a domicilio

Durante l’emergenza Coronavirus, abbiamo integrato tra i nostri servizi la consegna a domicilio: il miele a casa tua!

Con grande sorpresa, il servizio ha avuto un grandissimo successo!
Ci avete scritto in tantissimi e abbiamo avuto l’opportunità di conoscervi dal vivo, condividere un assaggio di normalità e anche un sorriso, anche se dietro le mascherine e la distanza di sicurezza. 🙂

Abbiamo così deciso che non possiamo più fare a meno di voi.
Proprio così, il servizio di consegna a domicilio resterà attivo per sempre!

Cosa cambia…

La consegna a domicilio del miele avverrà una volta a settimana.
Il giorno specifico e l’orario verrà comunicato al momento della tua prenotazione, lo segnaleremo altresì, nella nostra pagina Facebook.

Dove effettuiamo la consegna a domicilio

Sarà possibile la consegna a domicilio nei comuni di Biella e provincia, Borgosesia e zone limitrofe.
Vivi in un altra città?
Non preoccuparti, possiamo spedirti il miele direttamente a casa!

Come prenotare

Per prenotare il tuo miele preferito è molto semplice:
1) Chiama o invia un Whatsapp al numero 348-5833685 / invia una mail a info@aseidantoni.it
2) Fai il tuo ordine, comunicandoci tipo di miele e quantità
3) Fornisci il tuo indirizzo di casa, un recapito telefonico di riferimento e ulteriori informazioni per trovarti facilmente
4) Attendi a casa i prodotti che hai ordinato, ti comunicheremo il giorno e l’orario di consegna.

Quanto costa il servizio di consegna a domicilio

Il costo della consegna è pari a € 1 .
Per usufruire della consegna a domicilio è richiesto un ordine minimo di € 18.
Il pagamento potrà essere effettuato anticipatamente con Bonifico Bancario o in contanti, al momento della consegna.

Effettuate spedizioni?

Ovunque tu sia, non preoccuparti!
Se non puoi usufruire del servizio a domicilio, sarai felice di sapere che effettuiamo spedizioni in tutta Italia 🙂
Contattaci per maggiori informazioni.

Resta a casa: il miele direttamente a casa tua!

consegna a domicilio

Per evitare le lunghe attese davanti ai negozi e per aiutarvi a rispettare l’invito a restare a casa come richiesto dal Decreto per l’emergenza Coronavirus, abbiamo integrato tra i nostri servizi la consegna a domicilio. Finalmente il miele direttamente a casa tua!

A partire da lunedì 23 Marzo 2020 sarà possibile la consegna a domicilio nei comuni di Biella e provincia, Borgosesia e zone limitrofe.

Per prenotare il vostro miele preferito è molto semplice:
1) Chiama o invia un Whatsapp al numero 348-5833685
2) Fai il tuo ordine, comunicandoci tipo di miele e quantità
3) Fornisci il tuo indirizzo di casa, un recapito telefonico di riferimento e ulteriori informazioni per trovarti facilmente
4) Attendi a casa i prodotti che hai ordinato, ti comunicheremo il giorno e l’orario di consegna.

Il costo della consegna è gratuito entro 15 km dalle sede della nostra Azienda Agricola, a Fraz. Asei (Sostegno). Per tutte le altre località, il costo è pari a € 1 .

Per usufruire della consegna a domicilio è richiesto un ordine minimo di € 18.
Il pagamento potrà essere effettuato anticipatamente con Bonifico bancario o in contanti, al momento della consegna.

Perché è importante acquistare miele in questo periodo?

Per concludere, rispondiamo a una domanda che ci è stata rivolta. Il miele è di per sé un grande aiutante del nostro sistema immunitario.
Chi ci conosce già lo sa, i piccoli malesseri di stagione o gli stati influenzali possono essere contrastati anche grazie a questo integratore naturale.
Abbiamo parlato delle proprietà del miele e delle singole qualità, proprio in questo articolo.
Il miele non è un medicinale ma la natura offre sempre delle soluzioni per mantenerci in forma e sani!

Cosa fanno gli apicoltori in inverno?

Cosa fanno gli apicoltori in inverno?

Ce lo avete chiesto in molti in questi mesi, dopo la domanda “cosa fanno le api in inverno?” parte subito la seguente: e, cosa fanno gli apicoltori in inverno?
Oggi, cercheremo di raccontarvi qual è il lavoro che svolgiamo noi apicoltori, durante la stagione invernale.

Ci piacerebbe rispondervi: divano, copertina e film ma, benché il lavoro sia nettamente inferiore rispetto agli altri mesi, il nostro impegno è quello di mantenere in salute le nostre famiglie di api
Un momento particolarmente delicato perché ogni più piccolo errore, può compromettere l’equilibrio della famiglia, soprattutto se debole.

Ma cosa fa di preciso l’apicoltore?

Come vi avevo già raccontato qui, le api di inverno hanno bisogno di calore per sopravvivere fino alla primavera prossima.
Il nostro lavoro, quindi, è quello di offrigli una casa – l’arnia – che le mantiene al sicuro e offre una temperatura interna necessaria.

Ma non è tutto!

Oltre al calore ed una casa confortevole, è fondamentale in questo momento verificare che abbiano sufficienti scorte alimentari.
Solitamente, nel mese di Settembre, lasciamo che le nostre api si procurino le provviste per l’inverno ma, non sempre, il quantitativo è bastante.
In queste occasioni, l‘apicoltore dovrà procurare loro dell’alimento; se necessario verrà somministrato del candito (una miscela di semi-solida di acqua e zucchero) e, probabilmente, dovrà ridurre lo spazio interno all’arnia, in modo che il loro lavoro di mantenimento della temperatura, dovuto allo sbattere delle ali, si riduca al minimo sforzo.
Inoltre, si provvedono altre piccole accortezze, come ridurre la porticina di ingresso dell’arnia (in modo da ridurre gli spifferi ed evitare l’ingresso di altri ospiti sgraditi).

Ogni giorno, il nostro compito è quello di verificare che le famiglie di api stiano bene. Una semplice occhiata e l’ascolto del ronzio, possono farci capire che tutto sta andando per il verso giusto e/o intervenire tempestivamente, qualora ci fosse qualcosa che non va.

Il lavoro non finisce qui!

Fino ad ora vi abbiamo raccontato cosa facciamo per le nostre piccole amiche ma, per prepararci al grande lavoro della nuova stagione, dobbiamo occuparci di tutti gli strumenti del mestiere e non solo!

Ecco, quindi, che puliamo e riorganizziamo l’attrezzatura usata (arnie, melari, telai…), ristrutturiamo e riverniciamo le arnie, invasiamo ed etichettiamo i barattoli e soprattutto: vendiamo
E’ proprio durante l’inverno che il miele, e la sua richiesta, hanno il maggiore picco.
Complici i mali di stagione, le giornate fredde da gustare davanti a una calda tisana e l’avvento del Natale, con l’idea di regalare qualcosa di naturale e km0 , il miele è super gettonato.
Oltre alla vendita al dettaglio, partecipiamo a mercatini ed eventi per far conoscere a tutti voi, il nostro prezioso oro giallo! 🙂TAG

Cosa fanno le api in inverno?

cosa fanno le api in inverno?

Con il freddo alle porte, la domanda sorge spontanea: cosa fanno le api in inverno?

Siamo ancora in autunno, il meteo favorisce ancora qualche bella giornata all’aperto ma ben presto l’inverno e il freddo faranno capolino.
Noi ci copriremo pesantemente, accenderemo stufe e riscaldamento ma le nostre amiche api, che faranno?

Le api, in inverno, attendono pazientemente la primavera prossima, quando potranno uscire dalle loro case (arnie) per svolazzare liberamente, alla ricerca del nettare.

Durante la stagione fredda, quindi, sopravvivono grazie alle scorte di cibo (miele) che si sono procurate e si tengono calde, stando molto vicine tra loro.
Le api, infatti, stanno in gruppo omogeneo e stretto, insieme alla regina, formando il “glomere” e occupando solo una piccola parte centrale dell’arnia, dove riescono a mantenere una temperatura di almeno una ventina di gradi.

La regina in questo periodo depone poche uova, se non addirittura nessuna nei giorni più freddi.
I maschi sono praticamente assenti, mangerebbero a sbafo nell’alveare, quindi le api operaie li estromettono. Insomma, torneranno a essere utili sono con la bella stagione 😉

E cosa succede se non hanno il cibo?

Tranquilli, non moriranno di fame!
Il nostro lavoro è proprio quello di monitorare la sopravvivenza delle nostre apine, fornendo loro il sostentamento necessario qualora le scorte non fossero sufficienti.
Le api, in assenza di miele, mangiano… lo zucchero!
Ebbene si, sono delle gran golosone e come il miele è una grande sostituto dello zucchero, viceversa quest’ultimo fornisce loro l’alimentazione mancante.

Il lavoro dell’apicoltore è quasi una missione, la loro vita dipende molto da noi poiché, purtroppo, in natura, non riuscirebbero più a sopravvivere. Ecco perché promuoviamo azioni come Adotta un’arnia e cerchiamo di comunicare a tutti i nostri clienti, lettori, amici e conoscenti, l’importanza di questo mondo, così speciale.

In conclusione, allora, cosa fanno le api in inverno?
Aspettano il caldo e la bella stagione. Un po’ come noi, no? 😉